Via Pietro Casu 5/A (Sassari) info@studiobetass.it

Infrarossi

I raggi infrarossi, emessi da particolari lampade, vengono assorbiti dai tessuti trattati, con produzione di calore nell’area di assorbimento. In conseguenza di ciò si attua una vasodilatazione intensa, con conseguente aumento del flusso sanguigno della zona trattata, aumento degli scambi metabolici, stimolazione dei processi rigenerativi e del trofismo cutaneo, miorilassamento, diminuzione del dolore.

La terapia è indicata in artropatie, contratture muscolari e nella fase preliminare all’esercizio terapeutico.

CONTROINDICAZIONI: la somministrazione di infrarossi è controindicata nelle seguenti situazioni:

  • traumi recenti
  • emorragie in atto
  • diatesi emorragiche
  • deficit circolatori arteriosi
  • neoplasie
  • ipoanestesia acuta
  • compromissione delle funzioni cognitive e dell’eloquio
  • processi infiammatori acuti o suppurati
  • ernia del disco
  • edema
  • non somministrare sopra le regioni lombare e pelvica nelle donne in gravidanza
  • non somministrare sui distretti del capo perché la radiazione supera la teca cranica impegnando strutture meningee e nervose.
Bibliografia.
Nino Basaglia, Medicina Riabilitativa – medicina fisica e riabilitativa, principi e pratica, Vol. II, pagg. 1171-1172.