Via Pietro Casu 5/A (Sassari) info@studiobetass.it

Magnetoterapia

La magnetoterapia consiste nell’applicazione di un campo magnetico all’area del corpo umano che deve essere trattata. Il passaggio del campo magnetico genera nei tessuti trattati una corrente elettrica indotta, che a sua volta stimola il tessuto. La stimolazione è molto importante nel caso di fratture ossee, in quanto essa agisce sulla produzione di nuovo tessuto per la formazione del callo osseo.

Oltre che nel trattamento delle fratture, la magnetoterapia è indicata nelle tendiniti refrattarie, nel dolore cronico, nella gonartrosi e nelle radicolopatie.

CONTROINDICAZIONI: la magnetoterapia è controindicata nelle seguenti situazioni:

  • gravidanza
  • tubercolosi
  • diabete giovanile
  • malattie virali (in fase acuta)
  • micosi
  • infezioni acute
  • epilessia
  • in soggetti con cardiopatie
  • neoplasie
  • in soggetti con aritmie gravi
  • in soggetti portatori di pacemaker
  • bambini
  • in soggetti portatori di protesi magnetizzabili.
Bibliografia.
Nino Basaglia, Medicina Riabilitativa – medicina fisica e riabilitativa, principi e pratica, Vol. II, pagg. 1190-1193.
Immagine: http://img.medicalexpo.it/images_me/photo-m2/67650-3497637.jpg