Via Pietro Casu 5/A (Sassari) info@studiobetass.it

Metodo McKenzie

Il metodo McKenzie si occupa di valutazione e trattamento conservativo dei disturbi meccanici della colonna vertebrale. Si compone di:

  • diagnosi meccanica: i pazienti sono classificati in 3 sindromi specifiche (posturale, da disfunzione, da darangement), ciascuna delle quali presenta ulteriori sottodivisioni utili, insieme all’anamnesi, alla formulazione della diagnosi meccanica;
  • trattamento meccanico: viene messo a punto in base alla diagnosi meccanica. Gli obiettivi da raggiungere sono l’eliminazione del dolore e il recupero funzionale e per ogni sindrome c’è un trattamento specifico:
    • sindrome posturale: il metodo lavora sulla correzione della postura o della posizione che causa la sintomatologia dolorosa, incoraggiando inoltre il paziente ad unire al trattamento un aumento dell’attività fisica, in quanto tale sindrome è caratteristica di persone che conducono una vita sedentaria;
    • sindrome da disfunzione: in questo caso il trattamento si concentra sullo stiramento delle strutture accorciate, associato alla correzione della postura, in quanto abitudini posturali scorrette possono aver contribuito a causare la sindrome disfunzionale;
    • sindrome da derangement: il tipo di trattamento dipende dal tipo di derangement (posteriore, postero-laterale, anteriore, antero-laterale) e dalla presenza o assenza di deformità acuta.
  • prevenzione delle recidive: attraverso l’educazione del paziente e l’autotrattamento.

 

Fonte: http://www.mckenzieitalia.it/medici.asp?id=2&pg=diagnosi